PET – Tomografia ad Emissione di Positroni

unnamed-1

La Tomografia ad Emissione di Positroni (PET) è la tecnologia più sofisticata attualmente disponibile per le indagini di medicina nucleare in oncologia, ma anche in cardiologia, neurologia e psichiatria.
Permette di evidenziare molto chiaramente le cellule tumorali, che reagiscono al glucosio più delle altre cellule.

A differenza della Tomografia Assiale Computerizzata e della Risonanza Magnetica Nucleare, riesce a riconoscere le cellule che si dividono rapidamente (come le cellule tumorali) nel contesto di altre cellule a basso indice di proliferazione (le cellule normali).

In oncologia la PET viene utilizzata per

  • differenziare le lesioni maligne da quelle benigne
  • valutare la stadiazione dei tumori di diversi distretti corporei
  • nel follow up, per individuare precocemente recidive o metastasi di nuova insorgenza e, quindi, per valutare l’efficacia della terapia.

La PET permette di ottenere immagini che rappresentano processi biochimici e funzioni biologiche che, nel corso di una malattia, si manifestano molto più precocemente rispetto alle modificazioni anatomiche. Per le immagini funzionali è comunque  indispensabile valutare la corrispondenza della funzione ad una specifica parte, organo e distretto del corpo. Per questo il medico nucleare deve avere un riferimento anatomico.

La PET-TC (apparecchio nato dalla fusione della PET con la TC -Tomografia Computerizzata) consente di avere contemporaneamente il dato funzionale e l’ immagine anatomica corrispondente, senza possibilità di errore di localizzazione, perché le due indagini, eseguite contemporaneamente e automaticamente, sono coregistrate, cioè messe in esatta corrispondenza spaziale. Ne risulta un’immagine di fusione. La corretta localizzazione della sede di malattia può consentire di indirizzare correttamente le biopsie ma anche di dare al radioterapista i dati che consentono di ottimizzare la distribuzione della dose di radiazioni. In combinazione con l’uso di chemioterapici radiomarcati, la PET-TC consentirà di predire l’efficacia di un farmaco antitumorale prima di intraprendere un lungo, costoso ciclo di chemioterapia.

Come si prepara il paziente e come si esegue l’esame:
Per eseguire questo esame viene iniettato in vena glucosio (zucchero) radioattivo, e attraverso un computer vengono elaborati i segnali provenienti da una macchina che rileva la distribuzione delle cellule che emettono positroni in risposta alla presenza del glucosio radioattivo.
E’ necessario un digiuno assoluto da almeno 8 ore e astenersi dall’attività fisica intensa nelle ore precedenti l’esecuzione dell’esame, per evitare interferenze nella captazione del tracciante. E’ importante segnalare la presenza di diabete o la non completa osservanza del digiuno richiesto ed è buona norma effettuare una misura della glicemia prima della somministrazione del radiofarmaco.

Il tracciante viene iniettato in una vena del braccio o della mano. L’iniezione non comporta di solito nessuna reazione allergica o effetti collaterali. Dopo l’iniezione è importate rilassarsi ed evitare l’attività fisica, per ridurre la captazione muscolare del tracciante. Durante l’attesa è preferibile bere due o tre bicchieri di acquaurinare frequentemente; questo per ottimizzare la qualità delle immagini eliminando la radioattività presente in vescica, in quanto il radiofarmaco che non si fissa ai tessuti viene eliminato con le urine.
L’esame inizia di solito circa 60 minuti dopo la somministrazione del radiofarmaco, la durata dell’esame varia dai 40 ai 60 minuti, durante i quali il paziente dovrà rimanere disteso sul lettino della macchina (simile alla TAC), mantenendo una respirazione tranquilla e senza cambiare posizione sul lettino.

Dopo l’esame è possibile riprendere le comuni attività, il tracciante non ha effetti da poter compromettere la capacità di guida.

E’ buona norma non sostare in prossimità di donne in gravidanza e bambini nelle successive quattro ore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...