Menopausa precoce e gravidanza dopo cancro al seno: la novità è il goserelin

Poter diventare mamme dopo la chemioterapia per un cancro al seno.

Prevenire con un farmaco la menopausa precoce che può insorgere a seguito delle cure che si effettuano per un tumore.

Oggi pare che sia possibile anche grazie a un farmaco, il Goserelin, che viene attualmente utilizzato per la cura del tumore alla prostata nell’uomo, e per alcuni tipi di patologie ginecologiche (endometriosi, fibromi) e alcuni tipi di tumore al seno nella donna.

Un importante studio clinico, è stato effettuato su donne in pre-menopausa di età inferiore ai 50 anni che avevano alcuni tipi di cancro al seno diagnosticati in fase precoce (con recettori per estrogeni e progesterone negativi). Di queste 131 hanno ricevuto una chemioterapia standard mentre 126 hanno assunto la chemioterapia più una iniezione di Goserelin una volta al mese per tutta la durata della chemioterapia.

Dopo due anni, il 45 % del gruppo di donne che avevano assunto la chemioterapia standard è andato incontro alla menopausa precoce, mentre solo il 20 % di quelle che avevano assunto anche il Goserelin ha avuto problemi di amenorrea o FSH elevato che stanno ad indicare l’insorgenza della menopausa.

Il tasso di gravidanze poi è stato di quasi due volte più elevato nelle donne che avevano assunto il goserelin (21% contro 11%).

Dopo quattro anni, l’89% del gruppo con assunzione di goserelin non ha mostarto segni o sintomi di malattia rispetto al 78% del gruppo trattato con la sola chemioterapia standard.

La sopravvivenza globale a 4 anni è stata del 92% nel gruppo goserelin, e del 82% nel gruppo chemioterapia standard.

Il goserelin quindi sembra aver aumentato anche il tasso di sopravvivenza libero da malattia.

Questi risultati sono stati presentati nel corso della 50° riunione annuale 2014 dell’American Society of Clinical Oncology a Chicago (ASCO).

In attesa di ulteriori studi scientifici che confermino l’efficacia del goserelin per evitare una menopausa precoce, vi riporto quello che ha affermato la dott.ssa Kathy Albain, autore senior dello studio della Loyola University Medical Center:

Abbiamo scoperto che oltre a ridurre il rischio di menopausa precoce e tutti i sintomi che si accompagnano alla menopausa, il Goserelin è molto sicuro e può migliorare anche la sopravvivenza. Credo che i risultati di questo studio potrebbero cambiare la nostra pratica clinica. Per le donne in pre-menopausa che iniziano la chemioterapia per il cancro al seno in fase iniziale si dovrebbe prendere in considerazione questa nuova opzione terapeutica per evitare una insufficienza ovarica prematura (POF) e la menopausa precoce”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...