Curava il cancro con la dieta, “E’ omicidio volontario”

La procura di Parma chiede il rinvio a giudizio di un naturopata di 69 anni dopo la morte di una giovane di 38 anni

PARMA – La procura di Parma ha chiesto il rinvio a giudizio per omicidio volontario per un naturopata di 69 anni residente in provincia. All’uomo, secondo quanto si legge sulla Gazzetta di Parma in edicola oggi, si era rivolta una giovane alla quale nel 2004 era stato diagnosticato un sospetto tumore al seno. L’uomo, che non è un medico, l’avrebbe “curata” con decotti, diete depurative e altri “rimedi” assolutamente inutili per una cancro. La vicenda ha avuto un tragico epilogo nel 2006 quando la donna è deceduta, non prima di essersi resa conta che quell’uomo, di cui si fidava perché tra l’altro era un testimone di Geova come lei, l’aveva di fatto rovinata. La giovane se si fosse rivolta subito ai medici sarebbe guarita quasi sicuramente: invece le sue condizioni peggiorarono sempre di più, fino a quando i familiari non la convinsero ad andare in ospedale: ma ormai era troppo tardi. Il naturopata avrebbe anche illuso la donna sul fatto che ormai fosse guarita e l’avrebbe invitata a non andare dai medici, perché “tutti ciarlatani”. In un primo momento il 69enne era finito a processo per morte come conseguenza di altro reato, ma poi il fascicolo è tornato al pm perché il giudice aveva ravvisato la possibilità dell’omicidio volontario. Ora la procura ha formulato l’accusa e il 28 novembre si terrà l’udienza preliminare. Il naturopata – santone rischia molto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...