Casalinga: il mestiere perfetto per proteggersi dal cancro al seno

Le donne più attive, che fanno movimento anche moderato, vedono ridursi il rischio di tumore del seno del 13 per cento

Essere attive fa bene. E ci sono attività, come quella di mantenimento e pulizia della casa, che offrono vantaggi anche sul piano della prevenzione del cancro al seno.

Secondo uno studio del Cancer Research UK, infatti, le donne attive hanno un rischio ridotto del 13% di sviluppare il cancro della mammella.

Muoversi: fare passeggiate, dedicarsi al giardinaggio o appunto alle pulizie di casa è dunque un buon modo per prevenire il cancro, una malattia che colpisce migliaia di persone ogni anno.
È quanto emerge da una delle più grandi indagini sulla relazione tra la dieta, lo stile di vita e il rischio di cancro mai condotta nel Regno Unito, e che fa parte dell’European Prospective Investigation of Cancer and Nutrition (EPIC).

I ricercatori, si legge nel comunicato Cancer Research UK, hanno preso in esame oltre 8.000 casi di cancro del seno nelle donne. Dai dati raccolti, i ricercatori hanno scoperto che le donne più fisicamente attive avevano meno probabilità di sviluppare il cancro alla mammella, rispetto a coloro che erano fisicamente inattive.
Se le donne attive vedevano ridurre il rischio del 13%, le donne moderatamente attive potevano beneficiare di una riduzione dell’8%.
Al contrario, chi si dedica a un’attività fisica per meno di 150 minuti a settimana ha maggiori probabilità di essere tra le persone con una diagnosi di cancro: tra questi, non solo quello del seno ma anche dell’utero e del colon-retto.

«Questo ampio studio evidenzia ulteriormente i vantaggi di essere attivi; anche in misura moderata – spiega nella nota CR UK il professor Tim Key, epidemiologo Cancer Research UK con sede presso l’Università di Oxford – Ci sono molte prove che l’esercizio fisico riduce il rischio di cancro intestinale. Sono tuttavia necessarie ulteriori ricerche su altri tipi di cancro, e indagare sui meccanismi che potrebbero spiegare i collegamenti».

Per prevenire il cancro dunque basta essere un po’ attivi. Non si richiede che uno diventi un campione olimpico, fa notare Sara Hiom, direttore delle informazioni presso il Cancer Research UK. «Come conferma questa ricerca, l’esercizio fisico può includere qualsiasi cosa che lascia un po’ il fiato corto, come fare giardinaggio, passeggiare con il cane o i lavori di casa», aggiunge Hiom.

Una combinazione di più fattori che coinvolgono lo stile di vita può fare la differenza, fanno notare i ricercatori. Non si richiedono grandi sacrifici, ma quel poco che basta per non rischiare di far lievitare il numero annuale dei casi di cancro.
«Mentre il mantenimento di un sano peso corporeo, la riduzione dell’assunzione di alcolici restano due dei modi migliori per ridurre il rischio di cancro al seno, essere attivi può avere un ruolo decisivo, ma non deve costare denaro o troppo tempo – continua Hiom – Piccoli cambiamenti nella propria routine quotidiana possono fare la differenza: come prendere le scale anziché l’ascensore o fare a piedi un tratto di strada verso il lavoro, la scuola o i negozi e poi sommare il tutto nel corso di una settimana».
Insomma, spesso la soluzione migliore è anche la più semplice: un po’ di movimento mette in moto la vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...