Un reggiseno per le donne operate di tumore

 

Un reggiseno per le donne operate di tumore: il brevetto è di una dottoressa della Sapienza

Il chirurgo plastico Francesca Romana Grippaudo: “Può aiutare a superare il trauma. Le donne potranno continuare a sentirsi se stesse. Ora cerchiamo una casa produttrice”

Si chiama “Magic”, acronimo che sta per “Mammary garment ideal for camouflage”, ed è un reggiseno speciale. All’apparenza può sembrare un normale accessorio intimo, né troppo sportivo né troppo appariscente. Ma Magic in realtà è un reggiseno che si adatta alle asimmetrie che insorgono nelle donne che, per il cancro, devono subire una mastectomia e una ricostruzione del seno. L’inventore è una donna romana, un chirurgo plastico dell’ospedale Sant’Andrea e docente nella facoltà di Medicina della Sapienza. Francesca Romana Grippaudo, con l’aiuto dell’università, è riuscita ad ottenere il brevetto in Italia e da poco, il 23 febbraio, è stato registrato anche il brevetto internazionale.

La dottoressa Grippaudo spiega come è nata l’idea del nuovo accessorio: “In vent’anni di esperienza ho visto tante donne presentarsi alle visite mediche dopo una mastectomia con fazzoletti o cotone infilati nel reggiseno. Un espediente che, oltre a essere disagevole, è anche mortificante e che a queste donne causa un’ulteriore sofferenza oltre al percorso che già devono subire. Ho cercato d’individuare una soluzione il più femminile possibile”.

Magic viene fornito con un kit di cuscinetti da inserire in tasche interne che sono “a misura” di difetto perché si modellano sulle asimmetrie tra i due seni, che nel percorso di ricostruzione possono variare e durare da qualche mese a più di un anno: “Sono coppe preformate che non comprimono ma riempiono; nessun ferretto, solo una serie di imbottiture in schiuma che si modellano sul difetto. La protesi viene inserita in una doppia taschina ed è intercambiabile. Nella serie di fasi che la paziente deve attraversare durante la ricostruzione del seno, questo oggetto può migliorare la sua qualità della vita anche a livello sociale”.

Ora la dottoressa è alla ricerca di un produttore: “Preferirei che fosse prodotto da un’azienda italiana, visto che l’Italia è leader nella lingerie, ma finora ho ricevuto offerte soprattutto dalla Germania. Inoltre avrebbe il costo di un reggiseno normale”. Il beneficio sarebbe soprattutto psicologico: “Le donne potranno continuare a sentirsi se stesse, cominciando dalla possibilità di potersi vestire normalmente, anche con scollature, visto che Magic può essere allacciato dietro al collo o intrecciato e può essere prodotto in diversi colori e materiali”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...