Tumore al seno: La diagnosi molto prima con un Nuovo Software

 

 Un gruppo di ingegneri della University of Calgary’s Schulich School of Engineering, in collaborazione con l’ Alberta Breast Cancer Screening Program, ha realizzato un software in grado di diagnosticare i primi segnali di modificazione cellulare del tumore al seno, prima di qualsiasi altra metodologia fino ad ora conosciuta e applicata. Questa realizzazione è stata anche riconosciuta come un contributo di grande valore ed interesse da parte dell’Institute for Cancer Research.

Si tratta di un sistema focalizzato in primo luogo sulle alterazioni strutturali che interessano sequenze nel tessuto cellulare del seno, che spesso passano inosservate durante il normale screening. Nella maggior parte dei casi queste modificazioni preludono la malattia tumorale al seno e possono presentarsi fino a un anno prima rispetto ai comuni segnali come i noduli.

Per arrivare a questo risultato Raj Rangayyan, Shantanu Banik e Leo Desautels hanno combinato tra loro tecnologia informatica e algoritmi matematici, elaborando un metodo per analizzare le mammografie attraverso strumenti digitali. Per la prima volta, l’individuazione del tumore si concentra sulle alterazioni strutturali, basandosi sulle mammografie prima ancora di ogni diagnosi clinica.

Lo studio, basato su normali screening effettuati su un gruppo di 106 donne che, in seguito hanno sviluppato il cancro al seno, ha rilevato nell’ 80% delle immagini alcune alterazioni strutturali, in media 15 mesi prima rispetto alla diagnosi di noduli o altri segni di tumore al seno, con un tasso medio di falsi allarmi pari a 5 per screening.

«Lo studio che abbiamo condotto dimostra che è possibile sviluppare metodi sofisticati computazionali che permettano di individuare i primi segni di tumore al seno», ha spiegato Raj Rangayyan, professore di ingegneria elettronica e informatica pressola Schulich School of Engineering e collaboratore all’interno del Dipartimento di Radiologia della facoltà di medicina della University of Calgary, una delle più importanti università del Canada. «Fino ad ora, per eseguire le diagnosi, i sistemi informatici si sono focalizzati quasi esclusivamente su noduli e calcificazioni all’interno dei tessuti che compongono il seno».

Analizzando la comparsa di alterazioni strutturali, notevolmente prioritaria rispetto alla manifestazione del tumore, sarebbe possibile diagnosticare la malattia con largo anticipo, quindi aumentare il tasso di sopravvivenze ad essa

«La speranza è che in futuro, attraverso queste tecniche altamente efficienti, si possano individuare anche i più impercettibili segnali indicatori della malattia già al suo primissimo stadio di formazione», ha spiegato Shantanu Banik, PhD e ricercatore associato.

Tuttavia, prima che questa tecnologia possa entrare a far parte delle tecniche utilizzate regolarmente per l’individuazione del tumore al seno, occorre realizzare ulteriori studi e esperimenti di portata maggiore. È inoltre necessario ridefinire gli algoritmi e le tecniche matematiche, in modo da ridurre la percentuale di diagnosi erronee, oltre a utilizzare questo nuovo metodo sulle ultime immagini realizzate con mezzi digitali, attualmente utilizzate per le mammografie. Grazie al futuro sviluppo della tecnologia informatica e all’ulteriore miglioramento della qualità delle immagini, si prevedono risultati ancora più efficienti.

Al gruppo di ricerca è stato conferito il Publication Prize, importante premio consegnato da parte del Canada’s Institute for Cancer Research, in quanto riconoscimento del contributo di notevole portata alla ricerca sul cancro. Il programma di ricerca realizzato da Rangayyan è sostenuto dal Natural Sciences and Engineering Research Council of Canada (NSERC).

Il documento che riporta questa scoperta, intitolato “Detection of Architectural Distortion in Prior Mammograms”, è stato pubblicato nel periodico Transactions on Medical Imaging dell’Institute of Electrical and Electronics Engineers.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...